PER-CORSI DI FISICA QUANTISTICA

COME I PENSIERI DIVENTANO COSE: L’Anima, la Coscienza e l’Amore spiegati dalla Fisica Quantistica

Percorso composto dai 2 seminari teorico-pratici:

  1.   GUARIGIONE E COSCIENZA IN FISICA QUANTISTICA

  2.   IPERCOMUNICAZIONE E IPERCOSCIENZA: FENOMENI EXTRASENSORIALI E  FISICA QUANTISTICA

Insegnante Laura de Stefano

CORSO 1:Domenica 10 Novembre 2019 (h 10.00 – 17.00)

CORSO 2:Domenica 9 Febbraio 2020 (h 10.00 – 17.00)
Un iter attraverso il luogo di incontro tra scienza e metafisica, laddove la fisica quantistica ci permette di trovare un punto di congiunzione tra questi due modi di intendere il mondo, ora non più così distanti e saparati tra loro.

Questo percorso, composto di 2 appuntamenti diversi e fruibili l’uno indipendentemente dall’altro, vuole proporci una visione più ampia e rivoluzionaria rispetto a tutto ciò che viviamo, con la finalità di renderci consapevoli della capacità individuale di creazione e modificazione costante della nostra realtà, riportandoci al principio della nostra responsabilità rispetto a tutto ciò che esiste per noi.

Entrambi gli appuntamenti, oltre a fornire un supporto teorico/scientifico, prevedono una parte pratica in cui verranno insegnate varie tecniche utili alla creazione e al pilotaggio della realtà individuale, il cui funzionamento e la cui validità verrà resa più chiara proprio dall’introduzione teorica.

  1.  GUARIGIONE E COSCIENZA IN FISICA QUANTISTICA

La Coscienza è una struttura che vive in un luogo senzatempo e collassa nella realtà le nostre azioni. Noi agiamo e viviamo a partire dal nostro livello di Coscienza.

Ma la Coscienza è anche una struttura che permette all’Anima di pilotare il corpo: essa quindi unifica il mondo spirituale con quello materiale.

L’implicazione della Coscienza nel processo di guarigione era nota già ai Veda e a tutte quelle antiche civiltà che vivevano in forte connessione con la realtà spirituale nella convinzione che tutto fosse collegato, e quindi vivendo la verità dell’Uno/Tutto.

Questo appuntamento intende mostrare come il mondo dello sciamanesimo e delle medicine vibrazionali trovino ormai un contatto con le scienze, con le neuroscienze e ovviamente con la fisica quantistica: l’Uno/Tutto, ad esempio, non è forse il principio dell’entaglement quantistico?

Se esiste un campo informativo unificato contenente la matrice della perfezione di ogni cosa, la Coscienza è ciò che ci permette di credere nella nostra capacità di autoguarigione, ovvero nella possibiltà di attingere a questo campo per riapproprirci dell’informazione utile al ripristino del benessere psico-fisico. E per attingere al campo informativo originario, la Coscienza deve contattare l’Anima, ovvero quella parte di noi in cui risiede la memoria di quella perfezione.

In questo appuntamento riconsidereremo tutto questo con occhi scientifici per scoprire che nel processo di guarigione si attivano le stesse aree del cervello che vengono coinvolte nelle azioni spirituali, quali ad es.la preghiera, la meditazione, la benedizione etc.

  1.   IPERCOMUNICAZIONE E IPERCOSCIENZA:

     FENOMENI EXTRASENSORIALI E FISICA QUANTISTICA

Presagire una telefonata, un incontro, un evento.. a chi non è capitato?

La telepatia, la chiaroveggenza, la chiaroudienza, come semplicemente la sensazione di essere osservati, sono fenomeni paranormali solo se definiamo come “normale” la teoria che la mente è ristretta al cervello, ma alcune prove sperimentali suggeriscono che la nostra mente si estenda ben oltre il cervello, attraverso dei campi che ci collegano al nostro ambiente e gli uni agli altri.

Telepatia significa letteralmente “sentire da lontano”, e implica tipicamente la comunicazione di bisogni, intenzioni e pericolo. A volte le reazioni telepatiche sono sperimentate come sensazioni, talvolta come visioni o il sentire delle voci e talvolta nei sogni.

E non sono queste le aree di pertinenza di una metacomunicazione o ipercomunicazioneovvero di quella comunicazione che proviene dall’inconscio o da quella che potremmo definire ipercoscienza, e non usa parole, bensì si esprime in forma simbolica? E non esistono forse lo sciamanesimo, l’ipnosi, tecniche vibrazionali o il sogno vigile, per metterci in uno stato di coscienza in 4D che ci permetta di risolvere i blocchi dell’inconscio, o anche solo percepire a distanza, attraverso manifestazioni simboliche?

Sappiamo che ognuno di noi può ricevere, in uno stato di comune coscienza di veglia, un massimo di sedici stimoli al secondo, mentre il nostro inconscio ne può ricevere fino a 100 miliardi e dal momento che questo inesauribile potenziale di informazioni rimane per lo più inutilizzato, possiamo percepire e prendere coscienza solo di una frazione molto limitata della realtà. È possibile dunque sfruttare l’inesauribile biblioteca dell’inconscio, contattare la propria sorgente creativa ed accedere in modo cosciente a quella che si definisce la quarta dimensione, per trarne un vantaggio reale e pratico nella vita di tutti i giorni.

Indagheremo qui, il significato di simbolo e quale apporto abbia dato finora la fisica quantistica alla spiegazione di tutto questo. E faremo pratica nelle varie forme di telepatia e percezione.

Richiedi l'iscrizione!

Testimonianze